• 8 (800) 100-0373

Unità di pompaggio automazione

(VT.EPC2.06) L’unità di pompaggio automazione (controllo automatizzato) VT.EPC2.06.0 rappresenta una combinazione tra un pressostato di pressione minima ed un flussostato e serve a controllare le pompe di approvvigionamento idrico e a proteggerle dal funzionamento «a saracinesca chiusa» e in modalità di «marcia a secco».

Quando in fase di consumo dell’acqua la pressione nella rete scende al di sotto di del valore impostato, l’unità attiva la pompa assicurando l’erogazione dell’acqua ai consumatori. E’ possibile impostare in prima persona il valore di disattivazione in un diapason che varia da 1,5 a 3,0 bar (impostazione di fabbrica – 1,5 bar). Una volta cessata l’analisi dell’acqua, la disattivazione della pompa avviene 8 secondi dopo, escludendo in questo modo l’insorgere di colpi d’ariete. In assenza d’acqua dalla linea di aspirazione, l’unità disattiva la pompa con un ritardo di 10–15 secondi, proteggendola dalla marcia «a secco».

L’unità è munita di un telecomando. Il manometro incorporato permette di controllare visivamente l’ambiente operativo all’uscita dall’unità.

I contatti operativi del pressostato sono realizzati in lega d’argento nichelata antiossidante in condizioni umide. Si raccomanda di impiegare l’unità in caso di umidità dell’ambiente circostante fino al 70 %. Classe di protezione del dispositivo – IP65. Diametro della filettatura dei raccordi di congiunzione – 1".

Tensione di alimentazione dell’unità – 220 V (50 Hz). Massima corrente di commutazione – 10 (con carico induttivo – 6) А. E’ possibile aumentare la capacità di commutazione installando un avviatore magnetico. Ciò consente inoltre di impiegare l’automazione per il controllo della pompa a tre fasi.

Esempio di collegamento:

Dimensione/quantitativoPrezzo unitario
VT.EPC2.06.0220 V, 50 Hz2618 p
* Vengono indicati i prezzi al dettaglio raccomandati dal produttore (in rubli).

 

Dispositivi per pompe